Valore percepito

Photo_CD_11

 

Il valore percepito è il valore attribuito dal consumatore per un prodotto.
Le aziende cercano di creare valore per i clienti. Il valore percepito dai clienti è talvolta differente dal valore effettivo del bene o servizio. Diversi fattori spiegano questa differenza di percezione tra il valore reale e percepito, queste sono le componenti di valore percepito:
– il valore d’uso
– il valore edonistico
– il valore del segno Il valore percepito dal consumatore è un concetto personale. Ogni consumatore ha una percezione diversa. Le emozioni sono personali e l’esperienza vissuta è unica. Tuttavia, il valore percepito non è sempre legata all’esperienza di consumo. Anche senza aver consumato il prodotto, un individuo può avere una percezione del valore del prodotto attraverso la pubblicità o il passaparola.
2. Il valore d’uso
Il valore attribuito da un consumatore per un prodotto dipende da criteri oggettivi e anche da criteri soggettivi.
Il valore d’uso si poggia su criteri oggettivi  e dipende dall’uso che il consumatore vuole fare del prodotto. Le caratteristiche, le funzionalità e le prestazioni del prodotto in grado di soddisfare un’ espressa o implicita necessità dei consumatori.
Il valore d’uso corrisponde alla domanda “Per cosa devo utilizzare questo prodotto?”
3. Il valore edonistico e marketing esperienziale
Con il marketing esperienziale, l’esperienza del consumatore è vissuta come una fonte di emozioni. Con questa teoria, il valore edonistico, durante l’atto di acquisto è sottolineata e più evidente. L’atto di consumo è più emotivo che razionale. L’esperienza del consumatore non è più limitata ai soli attributi del prodotto.
Il valore edonistico corrisponde alla domanda “Che sensazioni sta procurando questo prodotto?”
4. Il valore del segno
Si tratta di un valore simbolico è più un segno di riconoscimento sociale. Il valore di segno corrisponde alla domanda “Che immagine ho nei confronti degli altri clienti?».
L’essenziale
Il valore percepito è il valore attribuito dal consumatore ad un prodotto.
Il valore percepito dai clienti è talvolta differente dal valore effettivo del bene o servizio.
Vari fattori spiegano questa differenza di percezione tra il valore reale e percepito, è i componenti del valore percepito:
l’uso di valore, che corrisponde alla domanda.  Qual è il prodotto?
​​- valore edonistico, che corrisponde alla domanda” Quali sensazioni ho procurato al cliente con questo prodotto? “;
– il segno del valore, che corrisponde alla domanda”  Che immagine si fanno di me i miei clienti? ».

Nessun commento ancora

Lascia un commento